La Marmilla, tra santuari nuragici, cavallini e morbide colline

Viaggio in marmilla

Gesturi - Serri - Tuili - Villanovafranca

 

Per festeggiare il nostro super papà, abbiamo organizzato un fine settimana di quelli che piacciono a tutta la famiglia.  

Partenza sabato mattina in direzione del grazioso paesino di Gesturi, nel cuore della Marmilla, a soltanto un'ora da Cagliari.  

La prima bella sorpresa inizia al B&B che avevamo prenotato un po sbadatamente qualche giorno prima.

Maria Grazia e sua figlia Rita ci aprono le porte de "l 'Antica Locanda", e ci accolgono in una vecchia casa tipica della regione, completamente ristrutturata dal marito di Maria Grazia.  

Oltrepassato il portone in legno, ci ritroviamo in un antico cortile, sul quale si affacciano i diversi ambienti dell'abitazione, tra cui una vecchia cucina, con forno al legna in terra e paglia, il soffitto fatto di canne, e tanti utensili che un tempo servivano nella vita quotidiana e che oggi sono oggetti da museo. 

A spiarci, l'imponente campanile della chiesa, che con i suoi rintocchi vivaci, segna il passare delle ore. 

I bambini manifestano la loro gioia e distraggono il nostro vicino di camera, un pittore tedesco venuto a cercare ispirazione tra gli altopiani. 

É ora di attivarsi. Dopo un pranzo veloce, lasciamo il borgo di Gesturi alle nostre spalle e saliamo verso un altro altopiano, quello di Serri, dove andremo a visitare un sito archeologico di epoca nuragica. 

 

 

Siamo nel santuario nuragico di Santa Vittoria, situato sulla Giara di Serri. La guida ci spiega che ci troviamo in un sito unico nel suo genere in tutta la Sardegna. Un parco di oltre 25 ettari all'interno del quale, su una superficie di 4 ettari, si trovano gli imponenti resti dell'antica civiltà sarda, quella nuragica.

 

Possiamo osservare un pozzo sacro, dedicato al culto delle acque, che ci mostra l'abilità architettonica e ingegneristica dei nostri antenati, un nuraghe composto, un tempio e un recinto delle feste, all'interno del quale possiamo ancora scorgere i resti delle "cumbessias", dove i pellegrini che venivano a contemplare le divinità, passavano le notti. 

 

Un posto unico e incantevole da quale si gode di un panorama mozzafiato! 

Informazioni utili:

Santuario di Santa Vittoria a Serri

Google MAPS : Clicca qui 

Santuario nuragico Santa Vittoria a Serri
Santuario nuragico Santa Vittoria a Serri

Tornati a Gesturi, ci rilassiamo qualche minuto assaporando un ottimo gelato artigianale. 

Prima di cena, facciamo una passeggiata per le vie del borgo, dove il custode della casa di Fra Nicola ci apre le porte di quella che un tempo era l'abitazione del religioso. 

Dopo una buonissima pizza, possiamo andare a riposarci e prepararci per trascorrere la domenica in Marmilla. 

I ritocchi del campanile e alcune tortore sostituiscono la sveglia impersonale dei nostri cellulari. 

Maria Grazia ci aspetta per la colazione e ci coccola con le sue marmellate fatte in casa e una soffice torta appena sfornata. 

Le sue attenzioni ci riscaldano il cuore e rendono difficile la nostra partenza.


Roberto, la nostra guida, ci porta a scoprire l'altopiano della Giara  e i suoi abitanti.

Un'escursione di due ore che si adatta perfettamente alle famiglie.

Roberto riesce a catturare l'attenzione di adulti e bambini attraverso descrizioni piacevoli e accattivanti.  

Ci invita a fare silenzio per non disturbare i cavallini e permetterci di osservarli senza disturbarli. 

I cavallini della Giara sono degli esemplari di piccola taglia (circa 1,30) che vivono allo stato selvaggio in totale libertà senza che l'uomo intervenga per nutrirli, curarli o altro. 

Si muovono in gruppi o in famiglie e sono di un'eleganza straordinaria. 

 

Sull'altopiano troviamo migliaia di lecci e tante altre piante tipiche come il meraviglioso asfodelo


 Una bellissima escursione da rifare sicuramente in primavera quando la natura si presenterà in tutta la sua bellezza! 

I primi raggi primaverili ci invitano fermarci per un pic nic. 

I bambini giocano, ci sentiamo appagati. 

Quando si lascia l'altopiano della Giara e si torna verso il grazioso paese di Tuili, il paesaggio é indescrivibile: 

grandi distese di verde e soffici montagne, tappeti di asfodelo, nuraghi e castelli. 

 

Ultima tappa prima tornare a casa, Villanovafranca.  

Cerchiamo subito il sito nuragico "Su Mulinu".

Davanti a noi un ammasso di pietre calcaree.

Poco ispirati,  siamo quasi tentati di lasciar perdere.  

Fortunatamente non  lo facciamo! 

Con soli 3€  a testa e in un'ora circa,  facciamo un viaggio indietro di 5000 anni e scopriamo qualcosa in più sullo straordinario popolo nuragico. 

La visita inizia subito con emozioni forti.  Nel primo ambiente, possiamo ammirare un altare nuragico, esemplare unico in tutta la Sardegna, a testimonianza ancora una volta che, queste maestose costruzioni, altro non fossero che luoghi di culto e non fortezze o torri di difesa.  

La visita dura più di un'ora, la guida risponde alle nostre curiosità con grande passione. Siamo meravigliati ed estasiati. 

 

Torniamo a casa carichi, con tanti bei ricordi e sensazioni che renderanno meno monotona la nostra settimana! 

 

 A presto Marmilla, torneremo! 

 

 

INFORMAZIONI UTILI

DOVE DORMIRE:

B&B L'ANTICA LOCANDA 

VIA NAZIONALE 35, GESTURI

Tel: 0039 0709369133 - 0039 3288021083 

WEB 

DOVE MANGIARE:

LA TAVERNA DEL CONTE A GESTURI - WEB 

 

 

ESCURSIONI con Sardeo naturalemente! 

ALTARE NURAGICO - Su Mulinu a Villanovafranca
ALTARE NURAGICO - Su Mulinu a Villanovafranca


Écrire commentaire

Commentaires : 0

sardeo...your next experience in sardinia

For Sustainable travelers

#Timetobeactive!


For Families

Experiences

All the localities



EXCURSIONS AND DAY TOURS


TREKKING

BIKING

KAYAK


CANYONING

DIVING

SAILING BOAT





Français

English

Italiano



Sardeo : SIRET 799 333 075 00015    

 

Email: reservations@sardeo.com    Tel:  0039 342 02 76 293

From Monday to Saturday

from 9:00  to  13:00  and from 14:00 to 18:00